TaXchange - Banca di Piacenza Sottoscrivono il primo accordo di Partnership con una Banca


A pochi mesi dal lancio della Piattaforma, TaXchange ha sottoscritto un importantissimo accordo di Partnership con Banca di Piacenza, che rappresenta un punto di svolta per l'intero mondo bancario.


La Banca di Piacenza si è affermata e caratterizzata negli anni come una banca al servizio dei risparmiatori e degli operatori economici, mantenendo con la gente un rapporto di reciproca e solida fiducia che le ha permesso di raggiungere importanti obiettivi.

Mantenendo l’identità di “banca locale” è riuscita a diventare, passo dopo passo, una banca che ha superato i confini dell’iniziale provincia di insediamento ed è, da anni, tra le prime 60 banche/gruppi bancari su oltre 600 per dimensione e ai primi posti come solidità patrimoniale.


Come è emerso negli ultimi anni, il mercato della cessione dei crediti fiscali in Italia è estremamente attivo, ma caratterizzato da un eccesso di domanda di smobilizzo da parte delle imprese. Le principali tipologie di crediti sono IVA, IRES ed IRAP.

TaXchange si pone l'obiettivo di facilitare lo smobilizzo dei crediti fiscali con una soluzione di sistema a vantaggio del sistema bancario e dei rimborsi fiscali per aiutare le aziende a monetizzare i Crediti Fiscali e gli investitori ad accedere al mercato con strumenti più efficienti.


La Piattaforma nasce con diverse funzionalità e componenti come il caricamento dei crediti, le due diligence, gli algoritmi software di rating e valutazione, e l'Asta online per la cessione di crediti pro soluto IVA, IRES e IRAP.


Il contratto di Partnership che Banca di Piacenza ha sottoscritto con TaXchange prevede l'offerta ai propri clienti di un nuovo prodotto factoring attraverso la piattaforma in logica di Whitelabel.

Questo permetterà alla Banca di Piacenza di incrementare le relazioni commerciali con i propri Clienti corporate e offrire a quest'ultimi un prodotto nuovo e un canale alternativo per monetizzare i crediti tributari illiquidi.

I Clienti, dall'altra parte, avranno l’opportunità di partecipare ad un mercato con

multi-partecipanti e regolato secondo la logica della miglior prezzo di offerta e, infine, di smobilizzare posizioni creditizie non facilmente cedibili, in tempi più brevi e con costi ridotti.


La Banca di Piacenza è quindi la prima Banca in Italia ad utilizzare la piattaforma TaXchange come Platform as a Service, e potrà offrire alla propria clientela un canale di finanziamento alternativo riducendo il rischio di controparte e generando nuovo business.



36 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti